venerdì 23 giugno 2017     •  Login
 
   
 
   
   
   
 
 
     
 
IndiceItinerari.jpg

Itinerari d'Arte

Nelle Città Unesco
(Ragusa, Modica e Scicli)

Eclettismo e Liberty
(Donnafugata, Vittoria, Comiso)

Altre Città Barocche
(Ispica, Noto, Avola)

Itinerari Storici

Archeologia
(Kamarina, Kaukana, Cava Ispica)

Castelli e Torri e...
(Chiaramonte, Acate, Pozzallo)

Itinerari Tematici

Il Commissario Montalbano
(Punta Secca, Donnafugata, Ibla, Modica e Scicli)

Enogastronomici
(Vittoria, Comiso, Chiaramonte, Ragusa, Modica)

 
 
     
     
 

Fançais

Altre Città Barocche


Ispica
  ispica18.jpg ispica25.jpg ispica10.jpg

Non solo la  Cava

Dalla chiesa Madre dedicata a S. Bartolomeo, proseguendo si arriva alla Basilica di Santa Maria Maggiore, Monumento Nazionale, con il suo meraviglioso loggiato, nella piazza antistante la chiesa. All'interno affreschi realizzati a metà ‘700 da Olivio Sozzi. Usciti dalla chiesa, si raggiunge il superbo palazzo della famiglia Bruno di Belmonte, in stile liberty progettato dall'architetto Basile. Continuando  la  passeggiata si arriva alla chiesa dell'Annunziata, che custodisce un pregevole ciclo di stucchi, databile alla metà del XVIII secolo attribuito al palermitano Gianforma. Infine la bella chiesa della Madonna del Carmelo e l’attiguo convento, che racchiude al suo interno un bellissimo chiostro alberato.



Noto


Notofeb05.JPG  Notofeb08.JPG  Notofeb10.JPG

Il giardino di pietra

La città antica sorgeva sul monte Alveria, dopo il terremoto del 1693 venne ricostruita più a valle, con l'intervento di prestigiosi architetti dell' epoca e abili scalpellini che crearono quello che in tutto il mondo è conosciuto come il giardino di pietra.

La visita si svolge sopratutto nella strada principale della città, dalla Porta Reale, quindi la chiesa di S. Francesco all' Immacolata, la Chiesa di Santa Chiara. Una sosta nella piazza centrale dove si trovano la Cattedrale di San Nicolò la cui cupola è crollata il 13 marzo 1996, e il palazzo Ducezio, sede del Municipio.  Si prosegue verso Palazzo Nicolaci famoso per i suoi balconi con figure allegoriche, sulla cui via si svolge la prestigiosa infiorata, che si svolge la terza domenica di maggio assieme al corteo barocco e altre manifestazioni. La visita finisce nell'ultima piazza con la chiesa di S. Domenico e la fontana di Ercole.


Avola


AVOLA 004.JPG  AVOLA 082.JPG  AVOLA 045.JPG

La città dell'esagono

Dalla Stazione, scendendo nella piazza con la fontana dei tre Leoni, e il fantastico palazzo Liberty, per arrivare nella piazza principale, con la chiesa Madre di San Sebastiano, i palazzetti Liberty, e il mago della mandorla "Finocchiaro". Seguendo la bisettrice dell'esagono, si arriva a San Antonio, bellissima chiesa tardo-barocca, con a lato il palazzo dei "girasoli", esempio eccellente di Liberty. Ritornando si va verso la Chiesa di Santa Venera, anche questa tardo barocca, e per finire la chiesa di San Giovanni Battista.